Publié par Laisser un commentaire

La nouvelle Formule 5 par MAXTER : Maxter Formula 5

Maxter Formula 5

Vendredi 16 décembre, Giancarlo Tinini en présence de nombreux opérateurs internationaux et des célébrités du sport automobile, y compris Alex Zanardi, a dévoilé enfin sa créature. Formule 5 est un projet visant des pilotes plus mature en KZ. L’ exclusivité est la solution mécanique qui permet de transformer la boîte 6 vitesses par 4 vitesses. Cela se traduit par une solution simple, agissant sur un simple pivot et le remplacement du collecteur d’échappement pour réduire la puissance du moteur de 38 à 27 HP. Chassis CRG et moteur Maxter. En attende de l’approbation de la CSAI pour le lancement de la marque dans le trophée Italia.

“Questo nuovo mono-marca, secondo me, dovrà rappresentare il primo step per quei piloti che pensano di andare a correre in automobilismo, in Formula. Il nuovo monomarca Formula 5 ha come casa costruttrice la Maxter, sia come telaio che come motore. Si tratta di un nuovo monomarca con le marce, ad avviamento elettrico, che rappresenta una novità assoluta per il nostro mercato, ma abbiamo già avuto un forte interessamento da altri Paesi. E’ adatto sia ai giovanissimi, che ai piloti più esperti, ed è utilizzabile soprattutto su quei circuiti di 700/800 metri di cui è pieno il mondo, dove è senz’altro più adatto un cambio a 4 marce, mentre al contrario sui circuiti più veloci potrà essere utilizzato il cambio a 6 marce, così da poter dare maggiore sfogo alla potenza del motore Maxter KZ. La variazione dal 4 al 6 marce è facilissima, basta agire su un semplice pernio. I più giovani dovranno utilizzare il cambio a 4 marce, così potranno concentrarsi maggiormente sulla guida, e in questo caso con un apposito collettore la potenza viene ridotta da 40 a 27 cavalli. Questa nuova categoria la vedo come soluzione ideale per chi pensa di voler andare in macchina, così potrà imparare l’utilizzo del cambio, saper fare le partenze, gestire la frenata con la scalata o il sorpasso con l’uso del cambio. Sono tutti vantaggi che si imparano con un prodotto di questo tipo, cioè con un mezzo con il cambio. D’altra parte è risaputo che i piloti che provengono dal kart con il cambio, quando debuttano in macchina, sono in vantaggio rispetto ai piloti che provengono dal kart in presa diretta. Chi andrà in macchina, dovrà per forza usare il cambio, e saper già gestire il numero dei giri nelle cambiate, la forza del motore nella coppia giusta, con la cambiata al momento opportuno, potrà rappresentare un bel vantaggio e un passo in più. Poi non bisogna dimenticare il maggior divertimento che un kart con le marce può dare rispetto al kart in presa diretta. Per ora è un progetto a medio termine, ma l’interesse che ha già dimostrato questo prodotto in chi l’ha provato, potrebbe farci avere da subito dei risultati molto interessanti.”